SPECIALE / ALLA RICERCA DEI TALENTI

Come tenersi stretti gli alti potenziali

Le nuove best practice per gestire i futuri leader della vostra azienda

Claudio Fernández-Araoz, Boris Groysberg e Nitin Nohria

Ottobre 2011

La guerra per i talenti non mostra segni di raffreddamento, neppure in settori che registrano una crescita modesta. In base allo studio globale che abbiamo effettuato, solo il 15% delle aziende nordamericane e asiatiche sono convinte di avere successori abbastanza qualificati per le posizioni-chiave. Il quadro è un po' meno negativo in Europa, ma ciò nonostante meno del 30% delle aziende europee si fidano della qualità e della quantità dei talenti a disposizione. Per giunta, nelle regioni in cui molte imprese stanno focalizzando le proprie strategie di crescita - i Paesi emergenti - l'offerta di manager esperti è alquanto limitata, e questa carenza dovrebbe protrarsi ancora per due decenni. Una strategia comunemente usata è istituire dei programmi destinati agli "alti potenziali" - i dipendenti che potrebbero diventare i futuri leader. L'attrattiva è evidente per entrambe le parti: i manager promettenti vogliono lavorare in aziende che offrono notoriamente solide opportunità di...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!