CLIENTI

Quell’inafferrabile consumatore verde

La gente dice di volere prodotti rispettosi dell’ambiente, ma tende a non acquistarli. Ecco come rimediare a questa situazione.

KATHERINE WHITE, DAVID J. HARDISTY E RISHAD HABIB

Settembre 2019

A prima vista, si direbbe che non ci sia mai stato un momento migliore per lanciare un prodotto sostenibile. I consumatori – in particolare i millennial – dicono sempre più frequentemente di volere dei brand che uniscono una funzione sociale alla sostenibilità. In effetti, un rapporto pubblicato di recente ha rivelato che certe categorie di prodotti pubblicizzati come ambientalmente sostenibili mostravano una crescita doppia rispetto ai loro omologhi tradizionali. Eppure, alla base del business “verde” rimane un paradosso frustrante: pochi consumatori che dichiarano atteggiamenti positivi verso prodotti e servizi eco-friendly vi danno seguito con i loro acquisti. In un’indagine recente, il 65% degli intervistati ha detto di voler acquistare brand che guardano alla sostenibilità, ma poi l’ha fatto solo il 26%. Restringere questo “gap tra intenzione e azione” è importante non solo per soddisfare obiettivi di sostenibilità aziendale, ma anche per il benessere del pianeta. Unilever stima che quasi il...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!