TECNOLOGIA

INTELLIGENZA COLLABORATIVA:

umani e robot stanno unendo le forze

JAMES WILSON E PAUL R. DAUGHERTY

Settembre 2018

L’intelligenza artificiale sta diventando brava a svolgere molti lavori finora appannaggio esclusivo degli umani, come diagnosticare malattie, tradurre lingue, curare il servizio clienti; e migliora a vista d’occhio. Questa rivoluzione solleva il timore, non del tutto infondato, che i robot possano finire un giorno per rimpiazzare i lavoratori in carne e ossa in tutti i settori dell’economia. Ma non è scritto da nessuna parte che le cose debbano andare per forza così, anzi al momento non sembra nemmeno lo scenario più probabile. Gli strumenti digitali non sono mai stati così reattivi nei nostri confronti, né noi nei loro. Se è vero che l’intelligenza artificiale modificherà radicalmente il modo di portare a termine un lavoro e il soggetto che lo compie, è vero anche che l’impatto maggiore della tecnologia sarà quello di integrare e potenziare le capacità umane, non di rimpiazzarle. Ovviamente molte aziende utilizzano l’intelligenza artificiale per automatizzare i processi,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!