SPECIALE / L’EVOLUZIONE PENSIERO PROGETTUALE

Progettazione finalizzata all’azione

Come usare la logica di progettazione per fare accadere grandi cose

TIM BROWN E ROGER MARTIN

Settembre 2015

Per gran parte della storia, la progettazione è consistita nell'applicazione di un processo a degli oggetti fisici. Raymond Loewy progettava treni. Frank Lloyd Wright progettava case. Charles Eames progettava mobili. Coco Chanel progettava abiti di lusso. Paul Rand progettava loghi. David Kelley progettava prodotti, il più famoso dei quali è probabilmente il mouse del computer Apple. Ma quando si è capito che dietro il successo di tante idee commerciali c'era una progettazione intelligente ed efficace, le imprese hanno iniziato a impiegarla in un numero sempre maggiore di contesti. Aziende dell'alta tecnologia che affidavano ai designer la progettazione dell’hardware (per definire, ad esempio, la forma e il layout di uno smartphone) hanno chiesto loro di creare le caratteristiche estetiche dell'interfaccia per l'utente. Poi li hanno chiamati in causa per migliorare le esperienze degli utilizzatori. Di lì a poco le imprese assimilavano di fatto lo sviluppo della strategia a un esercizio di...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!