IMPRESE GLOBALI

Trovare idee brillanti nei mercati emergenti

Perché i vostri manager devono raddoppiare gli sforzi per scovare nuove idee

Nathan T. Washburn e B. Tom Hunsaker

Settembre 2011

Nei mercati maturi troppe aziende danno per scontato che l’unico motivo per entrare nei Paesi in via di sviluppo sia la ricerca di nuovi clienti. Non percepiscono il potenziale di innovazione presente e non si accorgono che alcune multinazionali “illuminate” stanno attingendo con successo da quel potenziale per ottenere idee preziose per prodotti e servizi. Pensiamo per esempio alla tecnologia portatile a ultrasuoni di General Electric e a Classmate, il  personal computer a basso prezzo di Intel. Altri vedono le opportunità ma non riescono a coglierle. Ritengono che sviluppare idee in ambienti poco familiari sia terribilmente difficile, molto più che trasformarle in business globali. Troppo spesso i direttori delle funzioni respingono i concetti dirompenti o considerano i manager internazionali come insegnanti piuttosto che come studenti. E a molte aziende mancano i processi indispensabili per assorbire l’innovazione proveniente dall’esterno. Dalle nostre ricerche emerge, tuttavia, che le multinazionali possono posizionarsi in modo...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!