START-UP INTERVIEW

Dove.it, la rivoluzione online nell’immobiliare

Cristina Capece

04 Ottobre 2019

Chiunque abbia dovuto vendere o compare casa conosce i costi e il dispendio energetico legati a questa attività che a volte si trasforma in un vero e proprio incubo. Commissioni esagerate, visite a vuoto, mediazioni infinite e sorprese ex post non fanno dormire sonni tranquilli. Ma le cose stanno cambiando, il merito è di una realtà nata lo scorso anno che in poco tempo ha sovvertito le regole del mercato immobiliare.

Dove.it, grazie a una tecnologia innovativa e a un processo di vendita iper strutturato, semplifica la compravendita immobiliare, rendendo il processo più trasparente ed economico per entrambe le parti.

 

Perché un cliente dovrebbe scegliere Dove.it per vendere e comprare casa rispetto alle tradizionali agenzie?

Innanzitutto la nostra formula prevede zero commissioni per il venditore – contro il 3% circa di un’agenzia tradizionale – e solo il 2,49% a carico del compratore – a fronte del 3-4% di un’agenzia classica. La possibilità di applicare costi così vantaggiosi ci garantisce un enorme vantaggio competitivo.

In secondo luogo, ogni immobile presente sulla nostra piattaforma è certificato da un notaio esterno che verifica che non ci siano ipoteche o difformità catastali. Per il cliente avere una certificazione notarile imparziale, oltre alla valutazione dell’agenzia, è una sicurezza importante.

Inoltre, abbiamo messo a punto un sistema scientifico di valutazione del prezzo realizzato tramite un software che analizza diversi dati in modo aggregato. Questa è un’ulteriore garanzia di affidabilità per il compratore che non deve basarsi solo sul prezzo proposto dall’agente immobiliare.

Altra peculiarità che ci contraddistingue è la possibilità di visitare virtualmente le case in vendita. Non solo foto professionali, ma anche un tour virtuale che permette di vedere l’immobile a 360°. La compravendita di un immobile è un momento delicato e non tutti i processi possono svolgersi online. Una volta identificate le preferenze, i nostri agenti seguono i clienti passo passo nelle varie fasi della transazione. Trasparenza, semplicità e immediatezza sono i nostri cardini.

 

Come riuscite a semplificare un processo così articolato come quello della compravendita immobiliare?

Il processo classico di vendita di un agente immobiliare tradizionale, è complicato e poco scalabile. Innanzitutto deve perlustrare la zona in cerca di una ‘notizia’, prendere il mandato di vendita, scattare foto, occuparsi del marketing online, trovare dei compratori, seguire le visite, mediare e concludere il rogito. La mia esperienza all’estero mi ha consentito di apprendere un modello più strutturato e scalabile basato su tre pilastri:

- Marketing per trovare il venditore. Il nostro sistema è fortemente improntato alla comunicazione online (tramite social e Adwords) e offline (affissioni e adv tradizionale). Grazie alla pubblicità raggiungiamo i possibili venditori che, una volta visto l’annuncio, vanno direttamente sul nostro sito e lasciano i propri dati per essere poi ricontattati da un agente. In questo modo gli agenti risparmiano tempo prezioso e si occupano solo di attività specifiche.

- Tecnologia. Disponiamo di un sistema di valutazione che consente di definire il prezzo degli immobili in modo scientifico e rigoroso. Inoltre abbiamo un gestionale interno che ci consente di raccogliere le richieste e gestirle al meglio i nostri collaboratori.

- Disciplina e ordine sui processi di vendita. Le nostre attività seguono un flusso di vendita ben preciso che parte dal marketing, prosegue con il call center centralizzato e si chiude con la mediazione dell’agente dedicato. Esternalizziamo le attività specifiche come i servizi fotografici per concentraci internamente sul core: tecnologia, content e formazione degli agenti.

Questa formula ci permette di selezionare i venditori in modo veloce e di trovare compratori realmente interessati. In questo modo le nostre vendite sono più snelle e veloci.

 

Il servizio, oltre a essere semplice, è anche economico. Su cosa si basa il vostro modello di revenue?

Il processo disciplinato e strutturato appena descritto, oltre a ridurre i costi di lavoro, assicura un output scalabile e di qualità. Diminuendo il costo unitario del servizio possiamo applicare una commissione di vendita del 2,49% al compratore. Centralizziamo solo le attività necessarie per scalare molto più velocemente e aumentare

 

Come è nata l’idea? E quali sono le vostre caratteristiche vincenti?

Ho vissuto all’estero negli ultimi 7 anni e ho seguito con attenzione modelli di business simili. Guardando la settore immobiliare italiano ho visto un’opportunità. Nel nostro Paese avere una casa di proprietà è percepito come un valore importante ma il settore immobiliare è statico e spesso guardato con sospetto. Il settore delle agenzie immobiliare in Italia ha visto pochissima innovazione negli ultimi 15 anni e tutt’ora non gode di ottima reputazione.

L’obiettivo di Dove.it è innovare il settore sfruttando internet e le nuove tecnologie.

Le compravendite residenziali in Italia sono state nel 2018 pari 578.647 NTN, per un valore transato totale di circa 94,3 miliardi di euro. Calcolando la commissione media applicata dalle agenzie tradizionali (tra il 5% e il 6%) emerge un mercato enorme pari a circa 5 miliardi di euro.

 

Quali sono i vostri numeri attuali e che prospettive di crescita vi proponente?

Nei primi 6 mesi abbiamo aperto 6 città: Milano, Torino, Genova, Varese, Monza e Bergamo. A settembre abbiamo aperto a Roma. Ad oggi registriamo numeri molto alti paragonati a quelli di un’agenzia classica. In una settimana acquisiamo in media più di 20 incarichi di vendita (un’agenzia tradizionale strutturata ne acquisisce circa 6 al mese).

Incontriamo più di 300 clienti al mese e ad oggi il valore che intermediamo è superiore ai 50 milioni di euro

 

 

Quali sviluppi vede per il vostro business?

Vorremmo ampliare le zone di nostra competenza e essere presenti in più città, Bologna è in programma per fine anno. Al momento ci stiamo concentrando sulle città perché rappresentano un mercato più veloce ma lasciamo spazio anche alla periferia. Nel medio termine intendiamo consolidare modello, espandere la rete di agenti e incrementare del 20% la quota di mercato entro 2021.

 

 

LA START-UP: DOVE.IT

Dove.it è un’agenzia immobiliare online nata a Milano nel Dicembre 2018, focalizzata sulla compravendita di immobili ad uso abitativo.

Il business model di Dove.it, orientato sull'utilizzo intensivo di online marketing e tecnologia, consente di snellire la struttura di costi delle agenzie immobiliari tradizionali e permette quindi di offrire un servizio professionale totalmente gratuito per il venditore, richiedendo commissioni ridotte – rispetto alla media del mercato – all'acquirente. Inoltre, essendo fisicamente presente con i suoi uffici ed i suoi agenti immobiliari nelle città di Milano, Torino, Genova, Varese e Bergamo, Dove.it è in grado di offrire un servizio completo a 360°, dalle visite virtuali alle certificazioni tecnico-notarili.

 

IL FRONTMAN: PAOLO FACCHETTI

CLASSE: 1988

FORMAZIONE: Master in Management ESCP Europe (Turin – Lodon-Paris), Università della Valle d’Aosta

POSIZIONE ATTUALE: CEO Dove.it

HIGHLIGHTS: Ex manager in Rocket internet (Jumia – prima azienda africana ad essere quotata al Nasdaq), ex Red Bull sales manager in HQ ed ex atleta professionista di sci alpino

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti