OTTOBRE 2018

SPECIALE LA CURIOSITÀ

Autori vari

04 Ottobre 2018

SPECIALE  LA CURIOSITÀ

Gli studi più recenti mostrano che la curiosità è fondamentale per la performance di un’organizzazione, così come lo sono gli stili di curiosità specifici delle persone e le esperienze cui esse vengono esposte. Questo speciale illustra come un leader può alimentare la curiosità in tutta la sua organizzazione e far sì che essa si traduca in successo.


LA CONVENIENZA ECONOMICA DELLA CURIOSITÀ

Anche se dicono di apprezzare le menti indagatrici, la maggior parte dei leader in realtà soffoca la curiosità nel timore che aumenti rischi e inefficienze. Francesca Gino della Harvard Business School presenta i benefici della curiosità e i più comuni ostacoli che incontra nei luoghi di lavoro per concludere con cinque strategie che permettono di rafforzarla. I leader devono ricercarla in sede di assunzioni, esserne un esempio in prima persona, sottolineare gli obiettivi di apprendimento, lasciare i lavoratori liberi di esplorare e ampliare i loro interessi e infine organizzare giornate del «Perché?», del «Che succederebbe se…?» e del «Come potremmo…?». In tal modo aiuterà l’organizzazione ad adattarsi a pressioni esterne e condizioni di mercato incerte e ne potenzierà il successo.


LE CINQUE DIMENSIONI DELLA CURIOSITÀ

Gli psicologi si sono resi conto che la curiosità non è una caratteristica monolitica. Insieme al linguista e teorico dell’apprendimento Carl Naughton, Todd B. Kashdan, David J. Disabato e Fallon R. Goodman della George Mason University ne mettono in luce cinque dimensioni diverse: sensibilità alla deprivazione, esplorazione gioiosa, curiosità sociale, tolleranza allo stress e ricerca del brivido. Indagano poi quali di queste dimensioni portano ai risultati migliori e generano vantaggi specifici nel lavoro e nella vita.


DA CURIOSI A COMPETENTI

La società di selezione di personale dirigenziale Egon Zehnder ha riscontrato che i manager dotati di curiosità eccezionale sono in genere in grado, con il giusto sviluppo, di raggiungere posizioni di vertice. Lo sviluppo è fondamentale: senza di esso un dirigente molto curioso rischia di posizionarsi molto più in basso quanto a competenza rispetto a controparti che lo sono meno. Claudio Fernández-Aráoz, Andrew Roscoe e Kentaro Aramaki di Egon Zehnder illustrano il genere di incarichi sfidanti, rotazioni di mansione e altre esperienze utili a trasformare la curiosità in competenza.

 

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center