SPECIALE/ LA CONVENIENZA ECONOMICA DELLA CURIOSITA'

La convenienza economica della curiosità

FRANCESCA GINO

Ottobre 2018

Quasi tutte le grandi invenzioni della storia, dalla pietra focaia alle automobili senza guidatore, hanno qualcosa in comune: sono il prodotto della curiosità. L’impulso a cercare nuove informazioni e nuove esperienze, e a esplorare possibilità innovative, è una caratteristica insita nella natura umana. Una nuova ricerca offre tre indicazioni importanti sul legame che unisce la curiosità al business. Primo, la curiosità è molto più importante per la performance di un’impresa di quanto non si pensasse in precedenza. Questo perché coltivarla a tutti i livelli aiuta i leader e i loro dipendenti ad adattarsi a condizioni di mercato incerte e a pressioni esterne: quando viene solleticata la nostra curiosità, noi ragioniamo più approfonditamente e più lucidamente sulle decisioni da prendere ed escogitiamo soluzioni più creative. Inoltre, la curiosità permette ai leader di avere più rispetto da parte dei loro follower e induce i dipendenti a sviluppare relazioni fiduciarie e più collaborative...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!