SELF MANAGEMENT

Riprendersi dagli incidenti di carriera

Mitchell Lee Marks, Philip Mirvis e Ron Ashkenas

Ottobre 2014

Brian era uno dei manager più promettenti della sua azienda. Aveva già ricoperto vari ruoli senior ed era in predicato di andare a dirigere un business unit alle dirette dipendenze del CEO. Ma dopo due anni in quella posizione, nonostante gli eccellenti risultati finanziari, il suo capo l'ha licenziato da un giorno all'altro. Gli ha detto che l'azienda voleva diventare più aperta, socialmente impegnata e globale, e che il suo aggressivo stile di leadership non rifletteva quei valori. Come quasi tutti i manager ambiziosi che vedono interrompersi una carriera di successo, Brian ha subito un fortissimo shock, seguito da una fase di negazione e di dubbio sulle proprie capacità professionali. Dopotutto, prima di allora non aveva mai fallito un colpo. Faticava ad accettare l'idea di non essere bravo come pensava. E non gli andava giù che il capo non gli avesse dato la possibilità di mettersi alla prova. Alla fine,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!