GRANDI IDEE

Profitti senza prosperità

LE OPERAZIONI DI RIACQUISTO DI AZIONI PROPRIE MANIPOLANO IL MERCATO E IMPOVERISCONO LA MAGGIORANZA DEGLI AMERICANI.

William Lazonick

Ottobre 2014

A cinque anni dalla conclusione ufficiale della Grande recessione, i profitti delle aziende sono elevati e il mercato azionario in espansione. Ma la maggioranza degli americani non usufruisce dei benefici della ripresa. L’incremento delle entrate entra quasi interamente nelle tasche dello 0,1% dei percettori di reddito al vertice della piramide, di cui fa parte la maggioranza dei dirigenti di fascia alta, mentre le posizioni lavorative di qualità tendono a scomparire e le nuove opportunità di impiego a essere meno garantite e sottopagate. Le aziende sono profittevoli, ma questo non si traduce in prosperità economica diffusa. La responsabilità di questo fenomeno ricade in buona parte sull’impiego dei profitti aziendali in operazioni di buy-back. Consideriamo le 449 società incluse nel paniere dell’indice S&P 500 che sono state quotate pubblicamente tra il 2003 e il 2012. In questo lasso di tempo esse hanno destinato il 54% delle loro entrate, per un totale di...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!