SPECIALE / L’INNOVAZIONE DIROMPENTE

Venture capital d’impresa

Sempre più aziende investono in start-up per scoprire l’innovazione vincente. 

JOSH LERNER

Ottobre 2013

Quando la rivoluzione della genomica ha iniziato a trasformare l’industria farmaceutica, Eli Lilly si è resa conto che la propria sopravvivenza poteva dipendere dalla capacità di stare al passo con questo dirompente processo. Perciò nel 2001 ha lanciato un fondo di venture capital (VC) per investire in start-up operanti nelle biotecnologie. Ora del 2013, Lilly Ventures si è trovata coinvolta in più di 30 collaborazioni di questo tipo, molte delle quali hanno fornito alla casa madre preziose indicazioni su come sviluppare nuovi farmaci attraverso l’analisi dei dati biologici. Un fondo aziendale di VC come Lilly Ventures può agire più rapidamente, più flessibilmente e a costi più bassi rispetto alla R&S tradizionale, per aiutare l’azienda a reagire ai cambiamenti che intervengono nelle tecnologie e nei modelli di business. Nello stesso tempo, naturalmente, i suoi investimenti potrebbero generare ritorni elevati – un beneficio aggiuntivo per uno strumento che contribuisce a promuovere idee...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!