INNOVAZIONE

Dieci regole per gestire l'innovazione globale

Le best practice tradizionali non funzionano più. Occorrono schemi di gioco più precisi e top-down.

Keeley Wilson e Yves L. Doz

Ottobre 2012

Le aziende sono ben consapevoli che, nascosto da qualche parte nelle loro operazioni globali in giro per il mondo, c'è un tesoro di idee e di potenziali innovazioni. Si sta però rivelando più complicato del previsto scoprire queste idee o sfruttare questo potenziale nei progetti di innovazione globale. Alcune delle sfide che i progetti globali si trovano ad affrontare sono ben note: identificare il ruolo giusto per i top executive, per esempio, oppure trovare un buon equilibrio fra processi di project management formali e informali. Anche se, però, si conoscono le difficoltà, così non è per le soluzioni: ciò che funziona per un progetto di innovazione portato avanti in un contesto singolo non è detto che vada necessariamente bene per uno che coinvolge localizzazioni diverse e sparse per il mondo. Ciò è dovuto in parte al fatto che molti fattori abilitanti dell'innovazione emergono in modo naturale quando il contesto è...

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

0 / 3

Free articles left

Abbonati!