IMPRESE GLOBALI

Ristrutturare l’azienda per un successo globale

Adattare localmente il business per essere vicino al cliente non basta per vincere nei mercati emergenti

Nirmalya Kumar e Phanish Puranam

Ottobre 2011

Due estati fa Frits van Paasschen, CEO di Starwood Hotels, parlava della Cina con la moglie Laura. Considerate le settanta proprietà già in funzione e le ottanta in costruzione, la Repubblica Popolare era diventata il secondo mercato di Starwood, dopo gli Stati Uniti. Van Paasschen ha detto, scherzando: «Dovremmo quasi spostare là il nostro quartier generale». Laura ha risposto in breve: «Forse dovreste». Un anno dopo van Paasschen ha seguito il consiglio, per un mese. Dall’8 giugno all’11 luglio 2011, gli otto membri del top managment di Starwood hanno lavorato giusto fuori Shanghai, 12 ore in anticipo, anziché in ritardo, rispetto al quartier generale ufficiale di White Plains, New York. Adesso Starwood programma di trasferire la sua sede per un mese all’anno in mercati in rapida crescita come il Brasile, Dubai e l’India. Il risultato finale di questi spostamenti non è chiaro: potrebbero risultare solo simbolici, essere delle occasioni di...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!