Il lavoro intellettuale snello

I principi “Toyota” possono essere efficaci anche in attività che richiedono capacità di giudizio e competenza

Bradley R. Staats e David M. Upton

Ottobre 2011

Il Sistema di produzione Toyota è certamente l’invenzione più importante in campo operativo da quando il Modello T di Henry Ford ha cominciato a uscire dalla catena di montaggio. Ha generato diversi approcci al miglioramento della produzione, tutti basati sugli stessi principi: attenzione maniacale per i dettagli, impegno nella sperimentazione guidata dai dati e attribuzione ai lavoratori del compito di migliorare costantemente l’efficienza ed eliminare gli sprechi. Questo insieme di idee viene spesso definito lean, o “snello” e oggi la maggior parte delle aziende manifatturiere e alcune società di servizi ne stanno raccogliendo i risultati. Tuttavia, i tentativi di applicare gli approcci snelli al lavoro intellettuale si sono rivelati frustranti. Molti nel mondo del business ritengono che il lavoro intellettuale non si presti ai principi lean perché, a differenza dell’assemblaggio di automobili, non è ripetitivo e non può essere definito in termini chiari e inequivocabili. Prendiamo come esempi un bancario...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!