GOVERNANCE

La comunicazione informale all’interno dei board

Come evitare che le conversazioni private tra consiglieri ostacolino il lavoro

HEIDI K. GARDNER E RANDALL S. PETERSON

Novembre 2019

Se avete mai fatto parte di un consiglio di amministrazione sapete di che cosa stiamo parlando: la normale riunione è conclusa, mesi vi separano dalla prossima e avete ancora molte cose di cui parlare. Magari di una complessa questione tecnica che non c’è stato il tempo di approfondire durante l’incontro. O si tratta invece di informazioni sensibili che non possono essere discusse di fronte all’intero board. O forse avete soltanto bisogno di un confronto per fare il punto su qualcosa. In ogni caso, sapete che non si può aspettare, per cui fate quello che qualunque membro di un team farebbe in questa situazione: avviate dei colloqui privati. Che possono essere veramente preziosi. Se condotti come si deve, permettono al gruppo di lavorare in modo fluido ed efficiente, di scambiare opinioni e informazioni, di influenzare altri. Se avete fatto parte di un board sapete però che queste discussioni possono causare anche...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!