SPECIALE / GUIDA PER I MANAGER ALLA REALTÀ AUMENTATA


PERCHÉ A OGNI ORGANIZZAZIONE OCCORRE UNA STRATEGIA PER LA REALTÀ AUMENTATA

MICHAEL E. PORTER E JAMES E. HEPPELMANN

Novembre 2017

C’è un profondo divario tra l’enorme quantità di dati digitali che abbiamo a disposizione e il mondo fisico in cui li applichiamo. Mentre la realtà è tridimensionale, i ricchi dati che oggi possono informare le nostre decisioni e le nostre azioni restano intrappolati su pagine e schermi bidimensionali. Questa discrasia tra mondo reale e mondo digitale limita la nostra capacità di sfruttare la massa di informazioni e di indicazioni generate da miliardi di prodotti intelligenti e interconnessi (Smart, Connected Products - SCP) in tutto il mondo.   La realtà aumentata (Augmented Reality - AR), una serie di tecnologie che sovrappongono dati e immagini digitali al mondo fisico, promette di colmare questa lacuna e di liberare capacità non ancora sfruttate ed esclusive degli esseri umani. Pur essendo ancora nella prima infanzia, l’AR è destinata a entrare nelle nostre abitudini personali e lavorative; secondo le stime, nel 2020 la spesa in tecnologie...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!