STRATEGIA

L’ECOSISTEMA DEL VALORE CONDIVISO

A volte le aziende devono associarsi con i Governi, con le ONG e persino con i concorrenti per acquisire i benefici economici del progresso sociale.

MARK B. KRAMER E MARC W. PFITZER

Novembre 2016

In passato, le aziende si consideravano raramente agenti di cambiamento sociale. Ma la connessione tra progresso sociale e successo economico è sempre più chiara. Considerate tre esempi: il primo piano su vasta scala per diagnosticare e trattare l’HIV/AIDS in Sudafrica è stato introdotto dalla multinazionale mineraria Anglo American per proteggere i dipendenti e ridurre l’assenteismo. Oggi il colosso energetico italiano Enel, che fattura 76 miliardi di euro, genera il 45% della corrente elettrica attraverso fonti rinnovabili e prive di carbonio, evitando così di immettere nell’atmosfera 92 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. E nei Paesi in via di sviluppo, MasterCard ha messo la tecnologia del mobile banking a disposizione di oltre 200 milioni di persone che in precedenza non potevano accedere ai servizi finanziari. Se le aziende potessero stimolare il progresso sociale in tutte le regioni del pianeta, la miseria, l’inquinamento e le malattie si ridurrebbero e i profitti salirebbero....

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!