Ubiquità digitale

di Marco Iansiti e Karim R. Lakhani

Novembre 2014

prezzo 5,00

Quando Google ha comprato solo pochi mesi fa Nest, produttrice di termostati digitali, per 3,2 miliardi di dollari, è stata una chiara indicazione che la trasformazione e l'interconnessione digitale stanno diffondendosi anche attraverso i segmenti industriali più tradizionali e stanno creando un'impressionante gamma di nuove opportunità e nuovi rischi di business.

La digitalizzazione di mansioni e processi è divenuta elemento essenziale per competere. General Electric, per esempio, correva il rischio di perdere i clienti principali a favore di competitor non tradizionali - IBM e SAP da un lato, Big Data e start-up dall'altro - in grado di offrire servizi fondati su alta intensità di dati e capacità analitiche, che potevano connettersi a qualsiasi dispositivo industriale. Così GE ha lanciato un'iniziativa miliardaria centrata su ciò che essa chiama "internet industriale": inserendo sensori digitali nei propri macchinari; connettendoli a una piattaforma comune di software su cloud; investendo nel software e in analitica avanzata e altro ancora. il modello di business di GE sta così evolvendo e ora, per esempio, il reddito dai motori jet è legato alla riduzione delle pause per manutenzione e all'aumento delle ore di volo. Dopo soli tre anni, GE ha aumentato di 1,5 miliardi di dollari i ricavi generati dal digitale e si aspetta di raddoppiare nel 2014 e ancora nel 2015.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

Edizione Digitale

Leggi Hbr Italia
anche su tablet e computer

Newsletter

Lasciaci la tua mail per essere sempre aggiornato sulle novità di HBR Italia