SANITA’ INNOVATIVA

Cure di classe mondiale a prezzi abbordabili

In India ci sono ospedali innovativi che indicano la strada.

VIJAY GOVINDARAJAN E RAVI RAMAMURTI

Novembre 2013

L'India potrebbe sembrare l'ultimo posto al mondo dove andare a cercare delle innovazioni in ambito sanitario. I programmi pubblici sono finalmente riusciti a mettere sotto controllo alcune malattie infettive, ma l'incapacità del Paese di soddisfare le esigenze mediche di base dei cittadini rimane abissale. Malgrado la solida crescita economica dell'ultimo ventennio, il tasso di mortalità infantile è tre volte quello cinese e sette volte quello statunitense. Dei due milioni di indiani che hanno bisogno di un intervento cardochirurgico, meno del 5% viene effettivamente operato. La maggioranza dei 63 milioni di diabetici e dei 2,5 milioni di malati di cancro stimati nel Paese non è diagnosticata né tantomeno curata. Il 70% dei 12 milioni di ciechi potrebbe recuperare la vista grazie a un semplice intervento chirurgico, se vi avesse accesso. Nonostante i suoi 750.000 medici e 1,1 milione di paramedici, il rapporto rispetto alla popolazione complessiva è circa un quarto di...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!