SPECIALE / LA BUONA AZIENDA

Com’è difficile essere buoni

Ma ne vale la pena. Ecco cinque aziende il cui successo si basa su pratiche di business improntate alla responsabilità sociale e ambientale.

Alison Beard e Richard Hornik

Novembre 2011

IN QUESTE PAGINE, HBR descrive cinque “buone aziende” che non si limitano a parlare di servizio alla comunità, relazioni avanzate con il personale, tutela dell'ambiente, corporate governance e responsabilizzazione della supply chain. Né i redattori di HBR, né gli studiosi che abbiamo consultato le hanno definite le aziende più socialmente responsabili del mondo. Ma ognuna di esse eccelle in una o più delle aree che abbiamo appena elencato, e lo fa incorporandole nella sua logica operativa – un processo che, come afferma Rosabeth Moss Kanter in un altro articolo di questo Speciale, dovrebbero mettere in atto tutte le imprese. Queste aziende hanno avuto un grandissimo successo commerciale – vuol dire che agire bene non è in conflitto con gli imperativi della bottom line. Come dice Zhang Yue, fondatore e presidente del Broad Group, «la sopravvivenza e la crescita dell'azienda coincidono con la sua responsabilità sociale».   Royal DSM UNA DECINA...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!