Riflettete prima di cliccare “Rispondi” alla prossima mail

16 Febbraio 2015

Oggi le persone si aspettano una risposta istantanea a qualunque messaggio. Ma non dovete rispondere immediatamente a tutti. Se premete il pulsante Invio senza riflettere compiutamente, potreste innescare una serie di incomprensioni. Ecco alcune alternative:

Una risposta non-risposta. “Ricevuto”. È un cenno di riscontro. Anche se nel mezzo di una negoziazione o di uno scambio molto importante qualcuno potrebbe esserne irritato. 

Un messaggio interlocutorio. “Ricevuto. Oggi giornata pienissima. Sono da te domani”. Questa è spesso una buona via di mezzo. È una risposta immediata che fissa una nuova tabella di marcia.

Una sospensione rassicurante. Non rispondete. Davvero. Fare una pausa di 24 ore è una buona regola generale. Non rispondere subito spesso lavora a vostro vantaggio, lasciando a voi e al vostro interlocutore il tempo di riflettere.

 

Tratto da Before You Respond to that Email, Pause", di Anthony K. Tjan.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center