Mondo Formazione

L’ENERGY MANAGEMENT NELLE AZIENDE PER INVESTIRE IN EFFICIENZA E SOSTENIBILITÀ

EMANUELA PREGNOLATO

Ottobre 2021

Nell’economia di un’azienda l’energy management, ovvero il processo di monitoraggio, controllo e conservazione dell'energia, ha ormai assunto un’importanza decisiva. È infatti fondamentale per le aziende avere al loro interno delle risorse formate per una gestione oculata dell’energia, secondo gli orientamenti e le indicazioni della normativa UNI CEI 11339.

Le aziende del futuro dovranno essere capaci di gestire in maniera efficiente ed efficace le materie prime, e in particolare l’energia, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione, avviando investimenti orientati proprio verso l’efficientamento energetico e nell’ottica della sostenibilità ambientale. Quest’ultimo non è solo un tema caro per il pianeta, ma è anche fortemente spinto dalla Commissione europea nell’ambito dell’Agenda 2030 per il clima e l’energia, tra i cui obiettivi chiave vi è quello di raddoppiare entro il 2030 il tasso globale di miglioramento dell’efficienza energetica. In questo senso, l’energy management è divenuto un concetto strategico per le aziende, tanto in campo economico quanto ambientale: da un lato permette di abbattere le spese energetiche, quantificando eventuali sprechi e individuando i margini di miglioramento, dall’altro consente di ridurre il loro impatto ambientale, con un ritorno significativo anche in termini di brand reputation. Potremmo parlare di un vero e proprio investimento per la sostenibilità futura dell’azienda stessa, come soggetto a sé stante e, al tempo stesso, in un’ottica di sistema.

Inoltre, il tema dell’energia è molto importante e sentito, soprattutto in relazione a quanto sta accadendo oggi nei mercati, ovvero la crisi delle materie prime che sta impattando anche sui costi dell’energia – energia elettrica e gas – sostenuti dalle aziende. Per calmierare questi aumenti di prezzi, il Governo italiano ha approvato il Decreto Caro-bollette prevedendo la cancellazione degli oneri di sistema del gas per tutti gli utenti, e dell’elettricità per le famiglie e le piccole imprese, per l’ultimo trimestre del 2021, ma naturalmente si tratta di una misura limitata nel tempo, che non potrà risolvere il problema in maniera definitiva.

Nelle aziende manifatturiere l’energia, elettrica o termica, è fondamentale per i processi produttivi. Di base è già necessario lavorare affinché i contratti sottoscritti per acquistare le materie prime siano blindati o abbiano costi contenuti; a maggior ragione, in un contesto in cui ci sono dinamiche esterne che influiscono negativamente sul prezzo della materia prima, le aziende devono essere in grado non soltanto di mantenere sotto controllo i costi, ma anche di fare investimenti futuri e di individuare le alternative contrattuali e gli strumenti a disposizione per produrre o comprare l’energia a prezzi più bassi. Tra gli incentivi per l’efficienza energetica ricordiamo, ad esempio, i certificati bianchi (i cosiddetti TEE-Titoli di Efficienza Energetica), gli incentivi FER, il conto termico 2.0, il piano Industria 4.0. Gli interventi tecnici di efficientamento elettrico in un’azienda automotive possono invece essere effettuati in molti ambiti: dai motori elettrici e inverter, all’aria compressa, ai forni elettrici e ai refrigeratori; possono però interessare anche il rifasamento, la qualità dell’energia e l’autoproduzione elettrica; gli interventi di efficientamento termico si rivolgono a forni e trattamenti termici, caldaie e bruciatori, recuperi termici, climatizzazione, pompe di calore, cogenerazione e trigenerazione, biomasse e biogas.

Nell’ottica di sviluppare questo tipo di competenze, ANFIA Service organizza un ciclo di incontri formativi dedicato alla figura dell’Energy Manager. Il percorso si propone di fornire ai partecipanti le competenze fondamentali dell’energy management in azienda in base a quanto previsto dalla norma UNI CEI 11339. In particolare, verranno forniti tutti gli elementi necessari per condurre una diagnosi energetica e valutare interventi di efficientamento in un contesto aziendale unitamente a un’illustrazione dei mercati energetici e della norma UNI EN ISO 50001 “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso”. L’offerta formativa è rivolta a tutti coloro che in azienda si trovano a dover gestire i consumi e/o i costi energetici e che seguono il sempre più importante tema della sostenibilità energetica.

EMANUELA PREGNOLATO, Area Economica e Internazionalizzazione presso ANFIA.

 

ANFIA – Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica nasce nel 1912 e da oltre 100 anni ha l’obiettivo di rappresentare gli interessi delle Associate nei confronti delle istituzioni pubbliche e private, nazionali e internazionali e di provvedere allo studio e alla risoluzione delle problematiche tecniche, economiche, fiscali, legislative, statistiche e di qualità del comparto automotive.

ANFIA Service nasce nel 1996 come Società di Servizi di ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). Opera in diversi settori di attività, tra cui i principali sono la consulenza, la formazione, i convegni e le pubblicazioni tecniche in ambito Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Etica.

Tutte le informazioni dettagliate e gli ultimi aggiornamenti sulle attività di ANFIA  e ANFIA Service sono disponibili sul portale www.anfia.it

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400