Mondo Formazione

NIENTE PIÙ DISTINZIONI!

VITTORIO ZINGALES

Settembre 2021

“Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero? E se da un sogno così non dovessi più svegliarti, come potresti distinguere il mondo dei sogni dalla realtà?” Chi non conosce questa celebre frase? Prendo in prestito la più iconica tra le citazioni di Morpheus da Matrix per una riflessione quanto mai necessaria. Siamo abituati a continue dicotomie, a ragionare per opposti. L’analogico e il digitale, la presenza e la distanza. Un mondo di opposti che ritroviamo inesorabilmente anche nella quotidianità lavorativa e che è stato il modello imperante per molti anni anche per quanto riguarda la formazione corporate. Qualcosa è cambiato: gli avvenimenti degli ultimi anni hanno portato un boost alla formazione in distance learning mai visto prima: spesso considerata dalle aziende come formazione di serie b, adatta solo per la compliance o i tutorial tecnici, ora è di gran lunga protagonista per motivi più contingenti.  

Sappiamo però che la formazione in digital learning non è una moda passeggera ma una necessità: le aziende hanno infatti finalmente compreso la potenza del mezzo e l’importanza delle opportunità che può aprire. In un momento storico di profondo cambiamento in cui reskilling e upskilling sono le parole chiave per affrontare il futuro, le aziende hanno il dovere di uscire dalla classica dicotomia presenza-distanza per abbracciare una forma più “liquida”. È necessario che le Risorse Umane conoscano tutte le opportunità offerte dal digitale per riuscire a integrarle con criterio e garantire quel continuous learning fondamentale per la crescita delle persone e delle aziende. Un mix di metodologie, tecnologie e linguaggi tale da portare un blendend learning che va anche oltre alla semplice somma tra aula e distance learning, in un continuum spazio-temporale che deve tenere conto anche del famoso work-life balance.

E se lo stesso approccio ibrido e continuo fosse applicato anche agli eventi corporate?

Qualche mese fa ci siamo posti esattamente questa domanda pensando all’organizzazione della quarta edizione del Corporate Digital Learning Summit, evento ideato e organizzato da Altaformazione per raccogliere e condividere le migliori case history del Digital Learning, indagare il futuro della formazione analizzando i trend del momento e compiendo il primo e unico studio interaziendale sul Digital Learning in Italia.

Ed è proprio in quest’ottica che abbiamo sviluppato un ambiente digitale tale da far vivere gli eventi in modo ibrido e liquido da qualsiasi dispositivo e dovunque ci si trovi. L’occasione sarà quella del 4 novembre, quando live da Palazzo Mezzanotte, in Borsa Italiana a Milano, e contemporaneamente attraverso la live event corporate platform, oltre 30 HR Director e Responsabili L&D di Large Corporate condivideranno le loro best practice di maggior successo. Ma non solo. Per tutti gli interventi e le modalità di partecipazione consultare www.digital-learning-summit.it

Se anche a chi legge è capitato di partecipare a eventi digitali che si sono limitati a essere delle grandi call collettive, statiche e per nulla coinvolgenti, abbiamo lavorato proprio nella direzione opposta, per ricreare in una nuova dimensione, tra reale e virtuale, presenza e distanza, tutto ciò che normalmente avviene durante un evento. Per superare le vecchie distinzioni e andare oltre, in nuova dimensione “anfibia”: che non sia solo esclusivamente reale né tanto meno virtuale!

VITTORIO ZINGALES è CEO di Altaformazione

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400