COME IL COVID-19 HA CAMBIATO L’APPROCCIO ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

MARCO MANTOAN

28 Maggio 2020

La situazione emergenziale, correlata alla diffusione del Covid-19, ha determinato il rallentamento o, addirittura, lo stop di molte attività. Anche le società di formazione professionale si sono così trovate a dover affrontare il problema di come continuare a erogare i corsi formativi e professionalizzanti, dovendo rispettare le restrizioni relative agli assembramenti e agli spostamenti delle persone. Fondamentalmente, prima della pandemia, la formazione veniva gestita secondo tre assi principali:

1. presso le sedi delle società di formazione, in classi interaziendali

2. presso le sedi delle aziende, attraverso corsi personalizzati o a catalogo

3. attraverso le piattaforme di formazione a distanza (FAD).

Questo è quanto si è fatto per anni, con un incremento della terza tipologia negli ultimi tempi, poiché la teledidattica, grazie alla sua immediatezza, all’abbattimento dei costi e alla sua flessibilità in termini di fruizione, ha iniziato a costituire una valida alternativa alle lezioni d’aula.

ANFIA Service si è mobilitata fin da subito per rivedere le consuetudini, le modalità operative e i tempi della propria offerta formativa. Trasferire tutti i corsi sulle piattaforme di formazione a distanza non era possibile, in primo luogo perché la scelta strategica di ANFIA Service era già di non erogare tutta la formazione su piattaforma, ma di ricorrere al blended learning – un mix di piattaforma digitale e di didattica tradizionale in presenza – e, in secondo luogo, perché avrebbe richiesto la riprogettazione di tutti i corsi formativi, con grande dispendio di energia e tempo, senza sapere come si sarebbe evoluta la situazione emergenziale.

Molte delle società di formazione si sono orientate verso la soluzione della web-conference che permette di creare vere e proprie aule virtuali in cui il docente e i partecipanti comunicano e sono presenti nello stesso momento, e anche ANFIA Service ha deciso di optare per questo tipo di formazione in remoto, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che avrebbe potuto implicare. L’utilizzo della videoconferenza non è stato di per sé problematico perché le tecnologie sviluppate negli anni recenti consentivano già le riunioni aziendali a distanza, quindi esistevano strumenti già consolidati che permettevano una relazione diretta via voce e video, con condivisione degli schermi e quindi di materiali e documenti. Sulla base di questo principio, ANFIA Service ha dovuto adattare solo lievemente i propri corsi formativi, con il beneficio di una ripartenza veloce. Inoltre, la web-conference permette anche la realizzazione di quelle attività –  le esercitazioni e le simulazioni – che da sempre sono presenti nella formazione professionale in aula, perché il docente può creare più aule virtuali in cui collocare piccoli gruppi di partecipanti che interagiscono fra di loro, ma senza disturbarsi. Il docente, nello stesso tempo, può spostarsi da una stanza virtuale all’altra supportando, consigliando e supervisionando le attività dei gruppi di lavoro. Per risolvere invece il problema degli esami finali senza dover aggiungere ulteriori giornate in videoconferenza, si è preferito convogliare tutti i partecipanti, al termine del corso, verso la piattaforma di formazione a distanza per sostenere l’esame, creando così una sorta di blended learning tutto online tra videoconferenza e piattaforma e-learning classica.

Dopo un’iniziale perplessità – soprattutto delle aziende – all’approccio della videoconferenza, si è pian piano assistito a un incremento dei feedback positivi, da parte sia dei docenti coinvolti sia dei partecipanti, e questo progetto, nato come un esperimento, si è rivelato essere valido. La web-conference, infatti, rappresenta una soluzione ottimale per sfruttare in modo produttivo le giornate in quarantena e per continuare ad accrescere le proprie conoscenze in vista di un ritorno alla normalità con competenze e titoli maggiori. Si può quindi fare formazione anche attraverso la rete, smaterializzando incontri, seminari ed eventi formativi, e portandoli ovunque sia presente una connessione informatica. Certamente, questa modalità di apprendimento ha rivelato anche qualche limite, in particolare la mancanza di quel rapporto umano, di quell’interazione ludica e di quella fisicità della relazione che sono sempre presenti in aula e che giocoforza non si possono avere in videoconferenza, dove vige anche un maggior grado di formalizzazione. Inoltre, la web-conference indebolisce le possibilità di networking perché non contempla tutte quelle occasioni – quali i coffee break e le pause pranzo – che, pur essendo esterni al corso, costituiscono importanti momenti di collegialità e comunità tra i partecipanti e spesso permettono di instaurare relazioni di più lunga durata.

Nel complesso, tuttavia, l’esperimento è risultato positivo e fa pensare che per il futuro – perlomeno in alcune situazioni particolari o, più in generale, per alcuni corsi – questa modalità di erogazione e fruizione possa continuare, fermo restando che il rapporto umano e formativo richiede anche una presenza fisica, quindi non tutti i corsi potranno essere svolti in videoconferenza.

Marco Mantoan è Amministratore Delegato di ANFIA Service - Responsabile italiano dell’IATF Oversight Office

 

ANFIA Service nasce nel 1996 come società di servizi di ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). Opera in diversi settori di attività, tra cui i principali sono la consulenza, la formazione, i convegni e le pubblicazioni tecniche in ambito Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Etica.

ANFIA, in qualità di membro IATF (International Automotive Task Force) in rappresentanza dell’industria nazionale, ha contribuito allo sviluppo della Specifica Tecnica ISO/TS 16949: 2009 e ne monitora costantemente l’applicazione dello schema di certificazione in Italia. È dunque anche alla luce delle ultime e originali indicazioni fornite da IATF che ANFIA Service progetta e aggiorna tempestivamente l’offerta formativa in area Qualità.

Tutte le informazioni dettagliate e gli ultimi aggiornamenti sulle attività di ANFIA Service sono disponibili sul portale www.anfia.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti