MONDO FORMAZIONE

Fare formazione in modo efficiente ed efficace: le piattaforme e-learning

MARCO MANTOAN

25 Novembre 2019

Oggi è in atto una crescente esigenza di aggiornamento e incremento delle competenze: ormai, tutte le aziende, anche le più piccole, programmano con costanza le attività formative. D’altra parte, la progressiva riduzione delle risorse nelle imprese rende difficoltoso tenere impegnati i lavoratori in attività che, potenzialmente, possono occupare intere giornate, soprattutto quando si tratta di figure manageriali, che notoriamente hanno poco tempo a disposizione. Per questo motivo, negli ultimi anni ha preso sempre più piede la formazione a distanza (FAD), in particolare nella modalità dell’e-learning, che permette di erogare i corsi formativi online attraverso una piattaforma tecnologica specifica (LMS: Learning Management System).

Questo tipo di piattaforma si serve di tecniche molto avanzate rispetto a quelle utilizzate in passato, quando non esistevano corsi on line veri e propri, ma sostanzialmente dei video-corsi –  semplici filmati senza alcuna possibilità di interazione con la piattaforma – spesso erogati  tramite un cd-rom. Grazie allo sviluppo di nuove tecnologie hardware e software, le moderne piattaforme di e-learning sono in grado di creare percorsi guidati che incoraggiano il naturale modo di apprendere delle persone attraverso un’efficace combinazione di formazione formale e sociale. Quindi, non più registrazioni di docenti che parlano per ore e ore, ma una combinazione di audio, video e slide, alternati a quiz, simulazioni o piccoli giochi che permettono un maggior coinvolgimento dei partecipanti e li rendono utenti attivi. Inoltre, la possibilità di far interagire il partecipante reale con il docente virtuale via webinar, live-streaming, forum, blog o canali social trasforma l’ambiente chiuso delle prime piattaforme in uno spazio aperto e interattivo. Senza dimenticare che le piattaforme e-learning permettono anche di assegnare attività e “compiti a casa”, di far sostenere test di valutazione ed esami direttamente sulla piattaforma e di ricevere feedback immediati dagli utenti.

Questa modalità di apprendimento permette quindi di ridurre i tempi della formazione rispetto ai corsi d’aula che hanno cadenze ben precise, senza nulla togliere al contenuto dei corsi. Le lezioni possono essere fruite con la massima flessibilità da ogni partecipante, che può gestirsi gli orari e la durata del corso, con la comodità di cominciare, interrompere e riprendere la lezione nel momento più opportuno, perché le tecnologie attuali permettono di tenere traccia e di monitorare ogni attività svolta. Per le aziende, non si tratta soltanto di un vantaggio in termini di costi (eliminazione delle spese di viaggio per raggiungere le sedi dei corsi) e oneri organizzativi (nessun rallentamento delle attività aziendali perché i partecipanti non sono più coinvolti nei corsi in house), ma anche un’opportunità di formare lo staff in maniera tempestiva, in linea con i rapidi cambiamenti che caratterizzano l’attualità, assicurando una formazione accessibile a tutti: il personale può essere coinvolto nelle attività formative in qualunque momento e luogo, disponendo di una semplice connessione e potendo utilizzare una molteplicità di dispositivi, inclusi smartphone e tablet. Tutto ciò rappresenta un ulteriore elemento di sviluppo per l’attività di formazione aziendale: grazie agli strumenti messi a disposizione dalle piattaforme di e-learning, i datori di lavoro hanno sempre meno scuse per non fare formazione, non ci sono più alibi.

Seguendo questo trend, ANFIA Service, dopo una decennale sperimentazione nel campo della formazione a distanza, ha realizzato una piattaforma proprietaria (https://anfiaservice.e-mentor.it/) che si propone di aiutare le aziende e i singoli soggetti ad aumentare l’efficacia e l’efficienza delle attività formative nell’ambito della Qualità automotive. Attualmente vengono erogate due tipologie di corso: corsi introduttivi ad argomenti, come quello dedicato alla norma IATF 16949, e corsi/attività preliminari a un corso d’aula, come quello dedicato al metodo FMEA (Failure Mode and Effects Analysis).

 

 

 

Marco Mantoan è amministratore delegato di ANFIA Service - Responsabile italiano dell’IATF Oversight Office.

ANFIA Service nasce nel 1996 come Società di Servizi di ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). Opera in diversi settori di attività, tra cui la consulenza, la formazione, i convegni e le pubblicazioni tecniche in ambito Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Etica.

ANFIA, in qualità di membro IATF (International Automotive Task Force) in rappresentanza dell’industria nazionale, ha contribuito allo sviluppo della Specifica Tecnica ISO/TS 16949: 2009 e ne monitora costantemente l’applicazione dello schema di certificazione in Italia. È dunque anche alla luce delle ultime indicazioni fornite da IATF che ANFIA Service progetta e aggiorna tempestivamente l’offerta formativa in area Qualità.

Tutte le informazioni dettagliate e gli ultimi aggiornamenti sulle attività di ANFIA Service sono disponibili sul portale www.anfia.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti