Marzo 2020

Cosa frena realmente la carriera delle donne?

Robin J. Ely e Irene Padavic

04 Marzo 2020

Cosa frena realmente la carriera delle donne?

Domandate perché le donne continuano a essere così nettamente sottorappresentate ai livelli più alti nella maggior parte delle aziende e la stragrande maggioranza delle risposte sarà più o meno di questo tenore: le posizioni di alto livello richiedono orari molto dilatati, gli impegni familiari impediscono alle donne di farli e inevitabilmente la loro carriera ne risente.

Ma le cose non stanno così, dicono gli autori, che hanno lavorato per 18 mesi in una società di consulenza globale che voleva capire perché aveva così poche donne nelle posizioni di potere. Benché praticamente tutti i dipendenti intervistati dagli autori abbiano riferito una qualche versione della spiegazione standard, i dati raccolti in azienda raccontano tutt’altra storia. Se le donne sono ostacolate dalla difficoltà di trovare un equilibrio tra lavoro e famiglia, anche gli uomini hanno lo stesso problema, ma vengono comunque promossi. Le donne rimangono indietro perché sono incoraggiate a fare compromessi, come passare al part-time o a ruoli con interfaccia interna, ed è questo che nuoce alla loro carriera.

Il vero colpevole dello stallo, concludono gli autori, è una generalizzata cultura del superlavoro che danneggia entrambi i sessi e costringe l’eguaglianza di genere a segnare il passo. Per risolvere il problema dobbiamo rivedere cosa siamo disposti a permettere che il lavoro richieda a tutti.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti