Un antropologo entra in un bar…

Marzo 2014

Un antropologo entra in un bar…

prezzo 5,00

Quando “BeerCo” si accorse che le vendite nei pub calavano, non trovò risposte nelle ricerche di mercato e nelle analisi competitive. Perciò mandò in giro un gruppo di antropologi sociali per indagare. I dati risultanti da note prese sul campo, fotografie e video diedero indicazioni che portarono l’azienda a rinnovare i materiali promozionali e i metodi di addestramento. Le vendite rimbalzarono in due anni e continuano a salire.

Questa storia dimostra come l’approccio emergente del sensemaking possa gettar luce sui veri bisogni del cliente e facilitare modificazioni successive di prodotto, cultura organizzativa e strategia aziendale. Radicato nelle scienze umane – antropologia, sociologia, scienze politiche e filosofia – il sensemaking è un processo in cinque fasi. Le aziende devono:

reinquadrare il problema concentrandosi sull’esperienza del cliente relativa a prodotto e mercato;

raccogliere dati grezzi di prima mano;

trovare uno schema nei dati;

generare nuove intuizioni; 

tradurre quelle intuizioni in iniziative.

Il sensemaking può aiutare a risolvere i problemi più spinosi delle imprese e aiutare i leader a pensare in modo creativo in merito al business nel quale realmente operano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

Edizione Digitale

Leggi Hbr Italia
anche su tablet e computer

Newsletter

Lasciaci la tua mail per essere sempre aggiornato sulle novità di HBR Italia