SPECIALE / STRATEGIE PER UNA RIPRESA DEBOLE

Siete pronti a ripartire?

Sette domande da porsi

DONALD SULL

Marzo 2010

Prima della recessione, per riuscire a crescere con profitto molte aziende facevano conto sulle condizioni macroeconomiche del periodo di boom (come bassi tassi di interesse, capitale disponibile, fiducia dei consumatori e simili). Il risultato: i riflessi organizzativi sono rallentati e l’energia necessaria per agire rapidamente si è esaurita. Ora, però, le imprese affrontano difficili condizioni di mercato e una fase di incertezza apparentemente inesauribile, oltre ad altre criticità tra cui: inflazione o deflazione, tassi di cambio e nuove normative, a mano a mano che i Governi allargano i loro interventi a ulteriori settori dell’economia. E, naturalmente, permangono le consuete fonti di turbolenza del mercato: la geopolitica, l’innovazione tecnologica e la dinamica competitiva. Ora che le imprese stanno faticosamente riemergendo dalla recessione, non basta che i loro leader disegnino la strategia “perfetta” e si buttino a testa bassa a metterla in pratica, fiduciosi che il mercato coopererà. Al contrario, i leader...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!