Maggio 2019

Career counselling: una risposta alle spinte di cambiamento delle persone

Manuela Morelli

06 Maggio 2019

Career counselling: una risposta alle spinte di cambiamento delle persone

Una delle credenze sbagliate di manager e leader aziendali è stata di pensare che le iniziative che guardano al benessere individuale dei dipendenti facciano perdere tempo e denaro alle imprese. Niente di più sbagliato: in generale il career counselling permette di “sbloccare” e far evolvere il talento individuale e farlo diventare talento collettivo e organizzativo. Nella concezione di istituti di certificazione in area gestione del personale riconosciuti a livello internazionale (es. il Chartered Institute for Personnel and Development), il concetto di “career advancement” non viene esclusivamente associato alla promozione ma anche ai movimenti “orizzontali” che prevedono cambiamenti di funzione associati allo sviluppo di nuove competenze tecniche e comportamentali. Sono queste linee di principio che si cerca di promuovere attraverso il “career counselling”.

In un contesto di business sempre più accelerato e digitale, i modelli di gestione del personale di maggior successo sono quelli che da una parte si legano al core business e dall’altra promuovono politiche di accompagnamento individuale e collettivo verso uno sviluppo di carriera come fattore motivazionale di “retention”: il career counselling rappresenta la punta di diamante di questo processo, facendo da trait d’union tra gli obiettivi e i bisogni individuali e quelli organizzativi.

prezzo 0,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center