MARKETING

Marketing: cosa l’Occidente può imparare dalla Cina

Pensate ai contenuti, non ai canali o alla pubblicità.       

KIMBERLEY A. WHITLER

Maggio 2019

Nel 2017, il brand di liquori cinese in rapida crescita Xi Jiu voleva lanciare una campagna pubblicitaria per far crescere le vendite in vista del Capodanno cinese. Se Xi Jiu fosse una grande azienda occidentale che opera in un mercato sviluppato, i suoi brand manager avrebbero cominciato a mettere giù dei piani molti mesi prima – ricorrendo a un’agenzia pubblicitaria, stanziando fondi per la pubblicità televisiva, online e su manifesti, facendo brainstorming su possibili approcci creativi e girando spot. Ma l’approccio di Xi Jiu al suo mercato nazionale era del tutto diverso: si è messa a collaborare direttamente con Tencent News, l’app informativa più popolare della Cina. Insieme, l’azienda di liquori e l’azienda tecnologica hanno creato una serie di programmi della durata di un’ora, trasmessi in live streaming, nei quali grandi chef delle diverse regioni cinesi insegnavano agli spettatori a preparare specialità locali con i liquori Xi Jiu. Questi contenuti...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!