RISORSE UMANE

PORTARE A BORDO NON BASTA

I DIRIGENTI APPENA ASSUNTI DEVONO ESSERE INTEGRATI FINO IN FONDO NELLA CULTURA AZIENDALE

MARK BYFORD, MICHAEL D. WATKINS E LENA TRIANTOGIANNIS

Maggio 2017

Un dirigente, che chiameremo Lucas Jacobsen, era pronto per una nuova sfida: dopo più di un decennio in un’azienda manifatturiera della classifica Fortune 100 con un’attività molto diversificata, dove era asceso fino alla carica di responsabile dello sviluppo del prodotto nella divisione sistemi energetici, aveva deciso di cambiare aria, accettando l’offerta di dirigere il reparto ricerca e sviluppo della Energix, una società in rapida crescita che produce strumenti per sistemi energetici. L’esperienza precedente, però, non lo aveva preparato al meglio per lavorare in questa impresa, molto più piccola e con una cultura aziendale fondata sul consenso. Inoltre, la Energix non offriva praticamente nessun supporto all’onboarding e all’integrazione per i nuovi arrivati. Dopo che le risorse umane e il reparto informatico lo avevano inserito nei rispettivi sistemi, dopo che il capo lo aveva presentato alla squadra e gli aveva fornito una breve panoramica sul suo ruolo, tutti si aspettavano che capisse...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!