IMPRESE GLOBALI

Come vincere nei mercati emergenti: lezioni dal Giappone

Shigeki Ichii, Susumu Hattori e David Michael

Maggio 2012

Se siete un consumatore in un’economia avanzata e pensate che il Giappone sia un grande Paese esportatore, avete proprio ragione. Hitachi, Panasonic, Sony, Toyota: sono tante le multinazionali che a partire dalla seconda metà del Ventesimo secolo sono diventate nomi noti in tutto il mondo. Ma se siete invece un consumatore di un mercato emergente, è probabile che non consideriate allo stesso modo le aziende giapponesi; anzi, è possibile che non abbiate mai usato un prodotto fabbricato da uno di questi giganti. La maggior parte delle aziende giapponesi ha scalato i mercati dei Paesi sviluppati partendo dal basso; ma ha scelto di entrare nei mercati emergenti puntando direttamente al vertice della piramide dei consumi. In seguito, queste aziende hanno faticato molto per raggiungere i segmenti medi e bassi, dove si possono realizzare economie di scala e di gamma (e profitti). Proprio per questo rischiano di perdere la gara per aggiudicarsi...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!