Luglio-agosto 2020 - CYBERSECURITY

Proteggere le informazioni critiche nell’era post-Covid

Thomas Koehler, Paolo Cervini, Jonas Vetter

01 Luglio 2020

Proteggere le informazioni critiche nell’era post-Covid

La cybersecurity si è rivelata il tallone d’Achille per molte aziende ben prima dell’attuale pandemia. L’improvviso passaggio a modalità di lavoro a distanza sta amplificando il problema della protezione delle informazioni proprietarie. Nell’era dell’interconnessione digitale appare molto più facile acquisire un accesso ingiustificato a segreti industriali e commerciali dei concorrenti. Questi i motivi principali:

-        La gestione distribuita delle informazioni costituisce una “porta semi-aperta”.

-        I lavoratori in remoto sono target più facili.

-        Le configurazioni distribuite complicano l’individuazione di violazioni della sicurezza.

Gli autori individuano tre step per la creazione di un sistema che da un lato protegga le informazioni, dall’altro non rallenti la trasformazione digitale:

-        Identificare i veri “segreti” aziendali e concentrarsi sulla loro protezione.

-        Consentire l’accesso alle informazioni critiche solo in caso di “necessità di sapere”.

-        Introdurre modelli di ultima generazione per tracciare l’utilizzo delle informazioni e negare gli accessi sospetti.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti