DIVERSITY

L’ALTRO DIVIDENDO DELLA DIVERSITY

SAPPIAMO CHE I TEAM ETEROGENEI PRENDONO DECISIONI MIGLIORI. UN NUOVO STUDIO RIVELA CHE FANNO ANCHE INVESTIMENTI MIGLIORI.

PAUL GOMPERS E SILPA KOVVALI

Luglio 2018

Quando parlano di impatto della diversity sulle organizzazioni e sui team, manager e studiosi si riferiscono di solito agli effetti dell’accuratezza e dell’obiettività collettiva, del pensiero analitico e dell’innovatività. Su indicatori “più hard” di performance finanziaria, i ricercatori hanno sempre faticato a stabilire una relazione causale con la diversity – specie nello studio delle grandi aziende, dove i diritti decisionali e gli incentivi possono essere dubbi, e gli effetti di una determinata scelta -  mettiamo, sui profitti - possono essere quasi impossibili da determinare. Ci siamo concentrati perciò sugli effetti della diversity nel settore del venture capital (VC), che presenta meno difficoltà di comprensione. Le società di VC hanno una struttura piatta, composta in prevalenza dai partner di investimento e da relativamente pochi professional “junior”. Ogni investitore è un decision maker e le sue decisioni hanno conseguenze economico-finanziarie immediatamente riconoscibili. Noi sappiamo quali aziende fanno quali investimenti e in massima...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!