CULTURA ORGANIZZATIVA

CREARE UN’ORGANIZZAZIONE GUIDATA DA UNO SCOPO

COME INDURRE I DIPENDENTI A RIVERSARE SUL LAVORO TUTTA LA LORO INTELLIGENZA ED ENERGIA

ROBERT E. QUINN E ANJAN V. THAKOR

Luglio 2018

Quando Gerry Anderson divenne presidente della DTE Energy, non credeva nell’importanza di avere uno scopo più alto per un’organizzazione. Non stiamo parlando di avere una missione ben definita, incentrata prevalentemente su come un’azienda creerà valore economico: la DTE ne aveva una, che si prefiggeva l’obiettivo di produrre utili a lungo termine per gli azionisti, e Anderson era perfettamente consapevole della sua importanza. Uno scopo più alto non riguarda le transazioni economiche, ma riflette qualcosa di più ambizioso: spiega l’importanza di quello che fanno le persone che fanno parte di un’organizzazione, dà un senso al loro lavoro e produce consenso. Come molti leader che abbiamo intervistato nella nostra ricerca, però, all’inizio del suo mandato da presidente Anderson era scettico riguardo all’importanza di questo fattore. L’idea di uno scopo più alto non rientrava nella sua concezione dell’azienda, che era prevalentemente economica. Ma poi arrivò la Grande Recessione del 2008 e a quel...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!