SPECIALE / RIPENSARE LA FUNZIONE RISORSE UMANE

Perché ci piace detestare le HR e come farvi fronte

PETER CAPPELLI

Luglio 2015

Le critiche mosse recentemente alla funzione Human Resources (d’ora in poi, per brevità, HR) hanno trovato una vasta accoglienza favorevole, specie negli Stati Uniti. I critici più accesi dicono che i suoi manager si focalizzano eccessivamente sui “dettagli amministrativi” e mancano di visione e di senso strategico. Questi sentimenti non sono nuovi. Sono emersi anche in passato, perché non ci piace farci dire come dobbiamo comportarci - e nessun altro ente organizzativo, neppure la finanza, ci tiranneggia quanto le Risorse umane. Ci mettiamo sulla difensiva quando ci dicono di modificare il nostro modo di interagire con gli altri, specie i sottoposti, perché c’è in gioco la nostra stessa natura. Inoltre, la funzione HR ci fa fare cose che non ci piacciono, come documentare i problemi che insorgono con i dipendenti. E ci impedisce di fare ciò che vogliamo, come assumere qualcuno che va “certamente” bene per noi. Le sue direttive...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!