GOVERNANCE

La sostenibilità nel consiglio d'amministrazione

Insegnamenti dall’esperienza di Nike

Lynn S. Paine

Luglio 2014

Un membro del CdA stava scambiando qualche parola con l'amministratore delegato di un'azienda in grande espansione, specializzata nella produzione di abbigliamento sportivo, prima del meeting annuale degli azionisti, quando i due si accorsero di un gruppo di attivisti sindacali in fondo alla sala. Il gruppo era noto per aver protestato contro le condizioni di lavoro delle manifatture asiatiche da cui provenivano i prodotti dell'azienda. L'amministratore delegato si rivolse al membro del consiglio e, senza alcun preavviso, le disse che pensava di chiederle di assumere il controllo del meeting nel caso di qualche interruzione imprevista. E fu esattamente ciò che fece quando gli attivisti entrarono nell'auditorium a metà dell'assemblea. Benché i membri dei consigli di amministrazione si trovino spesso a dover gestire domande difficili sulla condotta delle aziende nel cui consiglio siedono, è raro che debbano farlo in contesti così pubblici. Questo, però, fu ciò che capitò a Jill Ker Conway...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!