Quando i talenti fanno la differenza

Luglio 2013

prezzo 5,00

 

Una ricerca promossa dal Politecnico di Torino sulla gestione del personale in tempi di crisi indica che, per tornare a crescere, le aziende italiane devono attrezzarsi in modo adeguato nella gestione delle persone con talenti diversi, perché danno una forte spinta a competitività e risultati. Anche alla luce delle affermazioni dei numerosi manager intervistati, gli autori sostengono che se le aziende italiane vogliono crescere, devono attrezzarsi in modo adeguato nella gestione delle diversità, ovvero delle persone diverse con talenti diversi perché sono loro che fanno la differenza in termini di competitività e risultati aziendali. In sostanza, concludono gli autori, potrebbe valere il detto: "pochi ma buoni, anzi eccellenti"; ma aggiungono anche che ciò che qualifica una corretta gestione delle persone è l'attenzione costante non solo per i talenti migliori, ma anche a quel "tanto" di buono che c'è in ogni persona che lavora nell'organizzazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

Edizione Digitale

Leggi Hbr Italia
anche su tablet e computer

Newsletter

Lasciaci la tua mail per essere sempre aggiornato sulle novità di HBR Italia