INNOVAZIONE

Il Santo Graal dell’innovazione

Alcuni pionieri indiani hanno trovato il modo di fare di più con meno per un numero maggiore di persone.

C.K. Prahalad e R.A. Mashelkar

Luglio 2010

Dopo essere sparita dalle priorità delle aziende durante la crisi, l’innovazione sta lentamente riaffacciandosi nelle stanze dei bottoni. Ma nella maggior parte dei casi ansima e tossicchia come una vecchia macchina arrugginita. Come i motori a combustione interna, anche l’innovazione tradizionalmente intesa mostra segni di obsolescenza in quanto i parametri sono completamente cambiati. E porterà con sé organizzazioni insospettabili. La maggior parte dei programmi di innovazione si fonda su presupposti di agiatezza e abbondanza. Più è meglio. Cercare poi di ottenere margini più ampi è l’abc del business. Tuttavia, negli Stati Uniti e in Europa vediamo consumatori spaventati richiedere prodotti e servizi economici o con un buon rapporto qualità-prezzo. In Paesi come India e Cina, dove la crescita economica è esplosiva e nei prossimi dieci anni da due a tre miliardi di persone entreranno a far parte della middle class, miliardi di persone accedono per la prima volta al consumo...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!