OPERAZIONI

Una supply chain più sostenibile

Verónica H. Villena, Dennis A. Gioia

01 Aprile 2020

Una supply chain più sostenibile

Sempre più spesso le multinazionali si impegnano a procurarsi materiali e servizi di cui hanno bisogno presso aziende che attuano politiche di equità verso i lavoratori e di protezione dell’ambiente. Ma la realtà è che i loro fornitori, in particolare quelli ai livelli inferiori della catena, violano spesso gli standard di sostenibilità, esponendo le multinazionali a seri rischi economici e sociali.

Per indagare il problema e individuarne le soluzioni, gli autori hanno studiato le reti di approvvigionamento di tre multinazionali che hanno la reputazione di essere leader in materia di sostenibilità. Esse si sono impegnate in comportamenti che meritano di essere emulati: per esempio, si sono fissate obiettivi di sostenibilità a lungo termine e tentano di diffondere le buone pratiche a cascata fino ai fornitori più in basso nella catena, il tutto servendosi di una combinazione di strategie dirette e indirette, globali e di settore.

Ma tutte le multinazionali hanno ancora molto da fare per sviluppare reti di fornitori realmente sostenibili. Devono sottolineare l’importanza, accanto alle considerazioni di carattere economico, della responsabilità sociale e ambientale a ogni livello della supply chain. Devono dare ai responsabili dei fornitori migliore formazione e incentivi a perseguire la sostenibilità dei fornitori stessi. Per incoraggiare un’ampia diffusione delle buone pratiche, serve poi un contatto più diretto con chi si occupa dell’approvvigionamento all’interno delle organizzazioni che stanno alla base della loro catena di fornitori.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti