SPECIALE / INTELLIGENZA ARTIFICIALE

INFORMAZIONE & TECNOLOGIA
I pro e i contro dei manager-robot

Tomas Chamorro-Premuzic e Gorkan Ahmetoglu

Giugno 2017

Cosa provereste se dovreste lavorare per un robot? Anche se l’idea potrebbe apparire fantascientifica, perché l’automazione dei posti di lavoro concerne di solito posizioni a bassa qualificazione e non posizioni manageriali, in realtà è più fattibile di quanto non si creda. Considerate alcuni tra i compiti principali svolti dai manager: usare i dati per valutare dei problemi, prendere decisioni migliori di quelle dei collaboratori, monitorare la performance dei dipendenti, fissare obiettivi stimolanti e dare un feedback accurato. Oltre a poter rivaleggiare con gli esseri umani in queste attività manageriali, la tecnologia li sta già aiutando a svolgerli più efficacemente. In effetti, se questi compiti sono ancora problematici per l’AI, non sono agevoli nemmeno per i manager umani. I lavoratori sono demotivati in tutto il mondo e l’inadeguatezza del management è una delle cause principali del problema. Anche dove le opportunità di impiego abbondano e i tassi di disoccupazione sono bassi,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!