CULTURA ORGANIZZATIVA

Gestire un luogo di lavoro ad alta intensità

La cultura della disponibilità costante produce una varietà di comportamenti disfunzionali.

Erin Reid e Lakshmi Ramarajan

Giugno 2016

I racconti sulle organizzazioni divoratrici di tempo abbondano, dalla Silicon Valley a Wall Street, da Londra a Hong Kong. Per i manager è normale sovraccaricare di lavoro i propri sottoposti, contattarli al di fuori dell’orario di ufficio e pretendere all’ultimo minuto del lavoro extra. Per soddisfare queste richieste i dipendenti arrivano presto, staccano tardi, stanno in piedi tutta la notte, lavorano nei week end e rimangono collegati ai loro dispositivi elettronici 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. E quelli che non sono in grado di farlo (o non vogliono) di solito vengono penalizzati.  In questo modo le organizzazioni spingono i dipendenti a diventare quelli che i sociologi chiamano lavoratori ideali, cioè persone che si dedicano completamente al proprio lavoro e sono sempre disponibili. È un fenomeno diffuso nei contesti manageriali e professionali, documentato a fondo nelle start-up tecnologiche, nelle banche d’affari e nelle strutture sanitarie. In questi...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!