STRATEGIA

Andare all’estero per avere una maggiore produttività in casa

Laurence Capron e Olivier Bertrand

Giugno 2014

Avete messo gli occhi su un’azienda straniera con un interessante business model – o magari con conoscenze che alla vostra mancano – e state ponderando se comprarla o no. In teoria l’acquisizione darebbe alla vostra azienda una nuova expertise e contribuirebbe a farla crescere, ma integrare un’azienda straniera potrebbe danneggiare le vostre attività domestiche. L’acquisizione va fatta? Finora, i leader dovevano compiere un atto di fede e sperare che l’integrazione non provocasse effetti dirompenti in patria. Tuttavia, un nostro studio su aziende francesi crea una solida base per agire. Aziende che hanno acquisito imprese di altri Paesi hanno evidenziato tre anni dopo una maggiore produttività nelle loro operazioni in casa rispetto ad altre che non le hanno fatte. Abbiamo anche scoperto che le acquisizioni cross border generano più conoscenze di quelle domestiche. La nostra analisi di 183 acquisizioni internazionali mostra che quanto più è competitivo il Paese o settore nel...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!