CASE STUDY

Dallara: la piccola azienda italiana che è diventata un monopolista mondiale

Lo sviluppo strategico e il peculiare business model di una multinazionale tascabile che basa il suo successo su un mix di fattori formato da innovazione e competenze, internazionalizzazione e forte rapporto con il territorio.

RAOUL C. D. NACAMULLI ED ENRICO SASSOON

Giugno 2013

Sul fatto che medie imprese costituiscano la parte più vitale del nostro settore manifatturiero c’è pieno accordo. Malgrado ciò, la maggior parte delle analisi sul tema si basa su dati aggregati provenienti dall’esame dei bilanci. Ne consegue che del fenomeno del quarto capitalismo conosciamo spesso solo la punta dell’iceberg (si veda più avanti il box “Le imprese del quarto capitalismo”). Certo non mancano i case study di alcune di queste imprese, ma per lo più le indagini sono limitate a un periodo preciso per cui non si soffermano a considerare le sfide di sviluppo prodotti, di penetrazione e allargamento dei mercati, d’innovazione tecnologica e di innovazione gestionale affrontate dalle aziende via via negli  stadi  successivi del proprio percorso di sviluppo. Oggi questo esercizio é non solo  utile a imprenditori, manager e istituzioni per potere capire e agire meglio sul campo, ma risulta anche possibile, poiché il fenomeno delle multinazionali tascabili...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!