SPECIALE / STRATEGIE PER UN MONDO CHE CAMBIA

L’organizzazione guidata dalle decisioni

Lasciate perdere gli organigrammi: il segreto per una riorganizzazione efficace è concentrarsi sulle decisioni, non sulle strutture.

MARCIA W. BLENKO, MICHAEL C. MANKINS E PAUL ROGERS

Giugno 2010

Molti CEO sono convinti che la struttura organizzativa – i riquadri e le linee dell’organigramma aziendale – sia un fattore determinante ai fini della performance finanziaria. Come i generali di un esercito, ritengono che il loro compito sia schierare la giusta combinazione di truppe dove serve. Se la battaglia è l’innovazione, per esempio, il CEO dovrà organizzare la miglior struttura possibile per incanalare le risorse favorendo l’innovazione. Questa convinzione diffusa ci fa capire come mai le riorganizzazioni siano così apprezzate dai CEO. Infatti, quasi la metà avvia, entro il primo o secondo anno dall’inizio dell’incarico, una riorganizzazione. E alcuni ripetono questa esperienza anche più di una volta nel corso del loro mandato. Le motivazioni sono svariate. Ci può essere l’esigenza di tagliare i costi, oppure di promuovere la crescita, di creare una cultura aziendale o magari cambiare direzione strategica. A prescindere da quale sia il caso particolare, comunque, le riorganizzazioni...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!