gennaio-febbraio 2018

I tre pilastri della quarta rivoluzione industriale

Oltre alla tecnologia bisogna prestare attenzione ai cambiamenti organizzativi e alla formazione.

Federico Butera

10 Gennaio 2018

I tre pilastri della quarta rivoluzione industriale

Per quanto le nuove tecnologie siano destinate a sconvolgere molti degli equilibri esistenti, sarà però possibile gestire, con una attenta capacità di progettazione indirizzata a disegnare le nuove organizzazioni, le nuove imprese, le nuove città, le nuove società e soprattutto la qualità e quantità del lavoro. Questo approccio propone nuove forme di progettazione di sistemi complessi valorizzando e integrando tutte e tre le risorse chiave della quarta rivoluzione industriale: tecnologie, organizzazione, lavoro. Per far ciò i diversi attori dovranno mettere in atto modalità partecipative per sviluppare progetti di vasto respiro che perseguano congiuntamente obiettivi di prosperità economica, di sostenibilità e di qualità della vita.
L’articolo contiene delle proposte per rafforzare la progettazione dell’organizzazione e del lavoro all’interno del piano Industria 4.0, che rappresenta un capitolo nuovo delle politiche industriali italiane.

prezzo 0,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center