SPECIALE / IL VANTAGGIO CUMULATIVO


LA LEALTÀ DEL CLIENTE È SOPRAVVALUTATA

CONCENTRATEVI INVECE SULLE ABITUDINI.

UNA TEORIA DEL VANTAGGIO CUMULATIVO

A.G. LAFLEY E ROGER L. MARTIN

Gennaio 2017

Alla fine della primavera 2016 l’applicazione leader di Facebook per la condivisione di fotografie, Instagram, ha abbandonato la sua icona originaria, una macchina fotografica d’epoca familiare agli oltre 400 milioni di utilizzatori, e l’ha sostituita con un logo modernista che, come ha spiegato il responsabile del design, «ricorda una macchina fotografica». In una fase in cui Instagram era seriamente minacciata dalla concorrente Snapchat, il manager ha fornito questa giustificazione: l’icona «cominciava ad apparire … non più rappresentativa della comunità e pensavamo di poterla migliorare». Il giudizio di AdWeek, la bibbia del marketing, era chiaro fin dal titolo: “Instagram’s New Logo Is a Travesty. Can We Change It Back? Please?” Nell’articolo di GQ “Logo Change No One Wanted Just Came to Instagram”, i designer riuniti in un panel dalla rivista definivano la nuova icona «francamente orribile», «bruttissima» e «trash», e sintetizzavano il cambiamento in questi termini: «Instagram ha dedicato ANNI a...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!