SPECIALE / L’ORGANIZZAZIONE EMOZIONALE

I limiti dell’empatia

Adam Waytz

Gennaio 2016

Alcuni anni fa, Ford Motor Company ha preso a chiedere ai suoi ingegneri (quasi tutti maschi) di indossare l’Empathy Belly, un simulatore che permette loro di sperimentare direttamente i sintomi della gravidanza – il mal di schiena, la pressione sulla vescica, le trenta libbre di peso in più. Possono anche sentire dei “movimenti” che imitano lo scalciare del feto. L’idea è renderli consapevoli dei problemi ergonomici che devono affrontare le donne incinte quando guidano, come un raggio d’azione limitato, gli spostamenti dell’assetto corporeo e del centro di gravità, e un impaccio generale. Non è chiaro se questo esperimento abbia migliorato le automobili Ford o abbia accresciuto la soddisfazione dei clienti, ma gli ingegneri dichiarano di averne tratto dei benefici. Usano ancora la pancia finta; simulano anche la visione annebbiata e le giunture rigide degli anziani con un “age suit”. Se non altro, questi esercizi rappresentano certamente un tentativo di «adottare...

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

0 / 3

Free articles left

Abbonati!