Biasimo

Kevin Sharer

Gennaio 2014

La mia sensazione è che a un certo punto della vostra carriera il fatto di dipendere da qualcun altro per un lavoro che vi occorreva vi abbia lasciati arrabbiati, confusi, frustrati e forse anche molto preoccupati per la vostra stessa reputazione professionale. Specie quando la posta in gioco è alta in una situazione preoccupante e complessa, dipendere da dei colleghi sperando che facciano la cosa giusta è piuttosto stressante e quando le cose poi non vanno bene può farvi uscire di senno. Il momento più nero del mio precedente lavoro ha avuto queste caratteristiche. L’azienda in cui lavoravo come CEO si trovava in una crisi finanziaria che faceva le prime pagine dei giornali. Il legislatore che ci seguiva ci stava togliendo la pelle di dosso e le azioni andavano a picco. I miei due colleghi più capaci e fidati avevano l’incarico di dare fuori le risposte quotidiane. Ma divenne chiaro...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!