SPECIALE / STRATEGIE PER UNA RIPRESA DEBOLE

Trovate la vostra strategia nel nuovo scenario globale

La nuova realtà del dopo-crisi richiede un approccio molto più flessibile alla strategia globale e all’organizzazione.

Gennaio 2010

IL CROLLO FINANZIARIO DEL 2008 ha colpito duramente l’attività economica in tutto il mondo. Si stima che il valore del commercio internazionale sia calato di ben il 9% nel 2009. Gli investimenti diretti esteri sono crollati ancora di più: dopo la flessione del 15% nel 2008, si sono ridotti di oltre il 40% nel 2009. Anche se possiamo aver già toccato il fondo, le prospettive per il medio termine non sembrano promettenti. Possiamo ragionevolmente aspettarci di assistere per gran parte del prossimo decennio a una debole crescita mondiale, a eccessi di capacità produttiva, alla persistenza di elevati tassi di disoccupazione, a una volatilità dei mercati finanziari, a costi più elevati del capitale, a un ruolo notevolmente più ampio dei Governi, a un onere molto più pesante per tutti in termini di regolamentazione e tassazione, e a un possibile aumento del protezionismo. Se dovesse verificarsi un secondo crollo finanziario, come alcuni...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!